TERRITORIO

Il caseificio è situato in un luogo di straordinaria suggestione naturalistica e di grande valore storico: nel cuore dell’Etruria, lambito dal fiume Fiora che arriva dal Monte Amiata, racchiuso fra il lago di Bolsena, sulle cui sponde passa l’antica via Francigena, e il mar Tirreno.

Il territorio è ricco di necropoli, eremi, vie cave e acque termali sulfuree: possiamo citare, ad esempio, le splendide Tarquinia e Tuscania, il parco archeologico di Vulci con la Tomba François, per finire in Toscana con gli insediamenti di Pitigliano e Sovana, ricchi di vie cave.

Farnese, che ospita tutta la famiglia Pira, è il paese in cui Comencini girò nel 1972 alcune riprese del suo mitico Pinocchio, interpretato da Nino Manfredi nel ruolo di Geppetto: ma offre anche scorci naturalistici di rara bellezza essendo inserita in una regione, quella della maremma tosco-laziale, ad alto valore paesaggistico. Vi troviamo infatti la riserva naturale Selva del Lamone: un’area protetta di circa 2.300 ettari a cui si aggiungono 1.450 ettari di area contigua, che conserva uno dei più rilevanti ecosistemi forestali di pianura dell’intero settore medio-tirrenico, così da formare un vasto complesso territoriale dalle valenze naturalistiche e culturali di eccezionale rilevanza.

Una riserva naturale composta da colate laviche di basalto chiamate “murce”, che va dal neolitico al medioevo inoltrato, e che è entrata nella leggenda perché qui i briganti di fine Ottocento la facevano da padroni: esemplare il mito di Domenico Tiburzi che, insieme a quello dell’impenetrabilità della selva, era noto come il “Re del Lamone”.

PASCOLI

Da notare che per le produzioni più particolari il latte raccolto nelle nostre confine tra Toscana e Lazio, cioè Alta Tuscia e Bassa Maremma, è ricercato anche dalle aziende fuori provincia per le sue peculiari caratteristiche chimico-fisiche, che permettono di utilizzare questo pregiatissimo latte anche per le lavorazioni a “latte crudo”.

Il nostro latte infatti è munto e lavorato fresco direttamente nel nostro caseificio: gli animali (circa 1.200 pecore e un centinaio di capre) sono allevate allo stato semi brado nei pascoli che circondano l’azienda agricola.

In questo modo manteniamo la tracciabilità ma soprattutto la salubrità, la qualità e la freschezza dei prodotti, all’interno della nostra “filiera aziendale”. Gli aromi, i profumi dell’erba e dei fiori dei pascoli (circa 250 ettari certificati BioAgricert) vengono quotidianamente racchiusi e “salvati” all’interno dei nostri formaggi, esaltati o affinati a seconda della stagionatura.